back

REGISTRO ITALIANO DIGHE

Ufficio Periferico di Cagliari

english version


 

Diga di Guri (o Raúl Leoni)

 

 

Paese

Venezuela (Bolívar)

Fiume

Caronì

Tipologia

La diga principale è a gravità in calcestruzzo. Ai due lati della diga principale, lo sbarramento prosegue con dighe in terra e pietrame.

Periodo di realizzazione

1963-1986

Altezza sulla fondazione

162 m

Volume di invaso

111.104 Mm³

Volume della diga

85.818.000 m³ (8.031.000 m³ calcestruzzo, 77.787.000 m³ terra e pietrame)

Quota massima di regolazione

271,00 m s.l.m.

Quota di massimo invaso

271,60 m s.l.m.

Quota del coronamento

272,00 m s.l.m.

Sviluppo del coronamento

Diga principale: 1.304 m; totale: 7.426 m

Capacità di scarico

Lo sfioratore scarica 29.000 /s a quota 271,60 m s.l.m., e 27.800 /s a quota 271,00 m s.l.m.

Potenza nominale installata

10.000 MW

Note

L’impianto idroelettrico di Guri è il secondo più grande del mondo fra quelli in attività (dopo quello di Itaipu, tra Brasile e Paraguay).

L’impianto è capace di generare 50 TWh all’anno, corrispondenti ad un quantitativo di energia di 300.000 barili di petrolio al giorno. Ciò ha reso possibile una politica di sostituzione dell’energia termoelettrica con l’idroelettrica, al fine di destinare i combustibili liquidi all’esportazione o conservarli per altri fini.

La diga di Guri è dedicata a Raúl Leoni, che fu Presidente del Venezuela negli anni ’60. Un’immagine della diga di Guri appare sulla banconota venezuelana da cinquemila bolivares.

 

top


Pagina creata da Luigi Ghinami email

Ottimizzata per una risoluzione 800x600 o superiore

Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2005