back

REGISTRO ITALIANO DIGHE

Ufficio Periferico di Cagliari

english version


 

Diga di Itaipu

 

 

Paese

Brasile-Paraguay

Fiume

Paranà

Tipologia

Nello sbarramento si succedono, procedendo da destra a sinistra,

1)   una diga in terra, lunga 872 m, altezza massima 25 m;

2)   lo sfioratore, lungo 483 m, altezza massima 43,7 m;

3)   un’ala a gravità, a speroni in calcestruzzo, lunga 1.438 m, altezza massima 81 m;

4)   la diga principale, a gravità alleggerita in calcestruzzo, lunga 612 m, altezza massima 196 m, con al piede di valle la centrale idroelettrica;

5)   la diga di diversione, a gravità massiccia in calcestruzzo, lunga 170 m, altezza massima 162 m, anch’essa seguita dalla centrale idroelettrica;

6)   una diga in pietrame, lunga 1.984 m, altezza massima 70 m;

7)   una diga in terra, lunga 2.294 m, altezza massima 30 m.

Periodo di realizzazione

1975-1982

Altezza sulla fondazione

196 m

Volume di invaso

29.000 Mm³

Volume utile

19.000 Mm³

Volume della diga

34.100.000 m³ (15.000.000 m³ pietrame, 12.600.000 m³ calcestruzzo, 6.500.000 m³ terra)

Quota massima di regolazione

220,30 m s.l.m.

Quota di massimo invaso

223,10 m s.l.m.

Quota del coronamento

225 m s.l.m.

Quota limite del parapetto

226 m s.l.m.

Sviluppo del coronamento

7.853 m

Capacità di scarico

Sfioratore: 62.200 m³/s;

Generatori (in numero di 20): 700 m³/s ciascuno.

Potenza nominale installata

Originariamente 12.600 MW. Attualmente si sta portando la potenza installata a 14.000 MW, aggiungendo ulteriori due generatori ai precedenti 18 da 700 MW ciascuno.

Note

L’impianto idroelettrico di Itaipu è attualmente il più grande del mondo fra quelli in attività. Verrà superato, per potenza installata, da quello della diga delle Tre Gole, in Cina, dove è prevista una potenza installata di 18.200 MW. Tuttavia, secondo la società di gestione Itaipu Binacional, Itaipu resterà il maggiore impianto in termini di produzione annua (93,4 miliardi di kWh contro gli 84,68 miliardi di kWh previsti per la diga della Tre Gole).

I 12.600 MW di potenza installata ad Itaipu ed i 93,4 miliardi di kWh producibili annualmente, sono divisi in parti uguali fra Brasile e Paraguay. La quota spettante al Paraguay (6.300 MW per 46,7 TWh annui) eccede largamente le esigenze attuali o prevedibili del Paraguay (il cui consumo energetico annuo è stato di 2,5 TWh nel 2002). Conseguentemente, la maggior parte della produzione spettante al Paraguay viene venduta allo stesso Brasile.

I 93,4 TWh annui ricavabili dalla centrale di Itaipu equivalgono al 30% dell’intero consumo energetico del Brasile (315 TWh nel 2000).

 

top


Pagina creata da Luigi Ghinami email

Ottimizzata per una risoluzione 800x600 o superiore

Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2005